LOVE'S THEME
(di Barry White)

  • Anno: 1974
  • Altri titoli: -
  • Interpreti: Love Unlimited Orchestra

  • HitParade: #9, Giugno 1974
  • Chart annuale: Top 50

  • Altri interpreti: Harry Wright (#8, Giugno 1974 - Top 50)
  • Il brano, celeberrimo, tra i due o tre che rappresentano il certificato di nascita della disco music. In esso ci sono tutte le componenti di questa, per allora, "nuova musica": il "nero" di Isaak Hayes e Curtis Mayfield, ma anche il "bianco" delle orchestre di Burt Bacharach o James Last.

    Dietro la Love Unlimited, poi, c'era un autentico genio della musica nera, il corpulento Barry White, autore, produttore e anche cantante in proprio: si pensi che nel solo '74 erano ben sette gli album a lui riconducibili. In Love's Theme ci sono un sacco di violini, un ritmo non velocissimo (anche se abbastanza sostenuto) e una bella melodia: ascoltato oggi, sembra impossibile che questo strumentale sia stato un grande successo dance e facesse impazzire i giovani proprio come oggi fa la techno o la trance, ma tant'... La disco qui agli albori, ma presto sarebbe esplosa in tutto il mondo. Ci sarebbero voluti dei musicisti bianchi, per: i Bee Gees.

    Da notare che di questo brano esiste una versione di tale Harry Wright che all'epoca si contese la presenza in classifica con la versione orginale, forse giocando sulla assonanza tra il carneade Harry Wright e l'autore Barry White. Bah...

    (Lucio Mazzi) dalla sua Enciclopedia della Musica Dance.