ROSE GARDEN
(di Joe South)

  • Anno: 1970
  • Altri titoli: I beg your pardon
  • Interpreti: Lynn Anderson

  • HitParade: -
  • Chart annuale: -

  • Altri interpreti: Kon Kan
  • Correva l'anno 1970: nella classifica pop USA erano presenti brani di country pop che venivano definiti come "cross over", vale a dire transitati da una chart pi ristretta a quella globale. Erano i tempi di "Honey come back" e "It's only make believe" (Glen Campbell), "Amos Moses" (Jerry Reed), "Help me make it through the night" (Sammi Smith), "Snowbird" (Anne Murray) e soprattutto di "Rose garden".

    Composto da Joe South (quello di "Games people play"), non aveva tardato a raggiungere il N 1 per 5 settimane nalla classifica country e il numero 3 in quella pop, non solo per la piacevolezza della musica, ma anche per la particolare venust della cantante. Figlia della cantante Liz Anderson (di cui ha replicato la voce, la bionda Lynn nata nel 1947 a Grand Forks, North Dakota ed cresciuta a Sacramento, California, dove ha incominciato la carriera. Esperta cowgirl, ha vinto nel 1966 il titolo di California Horse Show Queen. Oggi la sua bellezza evidentemente in po' rafferma, ma allora... faceva la sua figura.

    "Rose Garden" il suo maggior successo, con oltre 1 milione di dischi venduti: l'arrangiamento per grossa orchestra, anche se la parte ritmica sostenuta da una chitarrina elettrica che esegue un "running" veloce con molte note; in ombra la steel guitar, appena distinguibile e maestoso l'interludio musicale eseguito dagli archi. La gentile voce,tipicamente country, della nostra biondina aiuta molto la canzone che, a mio parere, non ha pregi particolari: eppure considerata un classico, ed ancora gettonata nei juke box americani degli stati del sud.

    (Giovanni Villata)